PREMIO DANTE SOMMO POETA, SECONDA TAPPA IN CHIE ART GALLERY MILANO

di Vincenza Mei

Martedì 7 settembre, ha avuto luogo il vernissage della seconda tappa di PREMIO DANTE SOMMO POETA evento a cura del critico d’arte e scrittore Pasquale Di Matteo.

La mostra ha aperto i battenti nella suggestiva sala di Chie Art Gallery, la galleria internazionale a due passi da Duomo di Milano, in viale Premuda 27.

Tema della mostra non è un ricordo di Dante o delle sue opere, come la Commedia, soluzioni iper inflazionate quest’anno per ricordare i settecento anni dalla sua morte. Come ha spiegato Di Matteo «ho selezionato artisti che siano, come Dante nel suo tempo, sperimentatori e comunicatori di messaggi, ma con un occhio di riguardo nei confronti del passato…. Dante ha, di fatto, inventato la lingua italiana mescolando il volgare al latino e, proprio in virtù di ciò, fu fortemente criticato dal mondo accademico. All’epoca era impensabile che uno scritto di cultura elevata e serio non fosse redatto in lingua latina… ecco, io ho cercato artisti che siano capaci di far parlare di sé raccontando e sviscerando il presente, ma con un occhio di riguardo a quelle che sono le nostre tradizioni e la cultura.»

Pasquale Di Matteo, come è nel suo stile, ha presentato ciascuno degli artisti presenti alla mostra, compresi quelli che non sono intervenuti al vernissage.

«Trovo sia rispettoso nei confronti degli artisti essere presentati e non solo al vernissage. Nei prossimi giorni accennerò brevi critiche sui social e preparerò un video per ciascun artista in cui criticherò l’arte, la poetica e i messaggi di ognuno di loro. Sarebbe più comodo fare un’introduzione generale, parlare del tema della mostra, dei colori, delle cornici e della galleria e poi passare allo spumante. Invece, io non parlo mai meno di un’ora perché l’esposizione in sé lascia lo spazio che trova per un artista. Sono i contenuti che ruotano intorno all’evento a fare la differenza.»

La mostra resterà aperta al pubblico fino a sabato 11 settembre, dalle 11 alle 18, con la presenza del critico tutti i giorni.

Pasquale Di Matteo è a disposizione per illustrare il suo romanzo thriller, “Il Segreto di Lukas kofler”, e/o per autografare le copie personali di chi lo ha già letto. In galleria sono a disposizione delle copie per chi gradisse acquistarlo. Sono a disposizione anche segnalibri personalizzati in regalo.

Brevi cenni sugli artisti in esposizione.

Andando in ordine di percorso all’interno della sala, mi sono interfacciata con il critico per avere delucidazioni in merito a ciascuna opera. Di seguito la sintesi della critica di Di Matteo.

  • “L’opera di Marcos Antonio Gutiérrez è un’esplosione di colore che affonda le radici in tratti e stile che ricordano Modigliani e Picasso. Una ricerca volta all’identità umana e alla rappresentazione del sé.”
  • “Sirio rappresenta una donna, immersa nel colore. Cromie vivaci che sono peculiarità di un’artista che costruisce mondi onirici per le sue donne, protagoniste non tanto a livello figurativo, quanto a estroflessione delle emozioni e delle sensazioni dell’artista stessa.
  • Maria Paola Mei presenta due opere poiché le ha consegnate di persona il giorno del vernissage, perdendo due giorni e mezzo di esposizione. L’artista è legata al classicismo, ma, attraverso ai suoi colori romantici, sviscera il presente. La sua sperimentazione la conduce anche a rielaborare oggetti e contesti diversi in chiave giocosa.
  • Teresa De Sio è pura emozione che crea costruzioni, strade, percorsi onirici in cui i sentimenti si inseguono, si aggrovigliano, fino a intersecarsi in soluzioni grafiche di raffinata efficacia stilistica.
  • Andreas McMuller è un fotografo che sa usare la luce come pochi. Peculiarità dell’artista è la sensibilità con cui racconta i corpi dei suoi nudi, mai volgari, né banali. Sensibilità che ha dimostrato anche nell’inviare in Chie Art Gallery una foto paesaggistica, conoscendo la ritrosia della gallerista nei confronti dei nudi.
  • Francesca Ghidini è un’artista particolarmente impegnata nel filosofare in merito alle relazioni umane e al transumanesimo, un’artista che sa affrontare i grandi temi del vivere attraverso colori che richiamano alla meditazione e al confronto.
  • Massimiliano Sciuccati è un esaltatore di anime. Le sue figurazioni, infatti, trascendono il mero senso visivo e accentuano l’aspetto emotivo dei volti che colloca in mezzo a sfondi carichi di luce, colori della speranza, e di cromie vivaci, che sono vita.
  • Martina Capocasa è un’artista viscerale, che estroflette ogni emozione suscitata dal vivere sulle tele. Sofferenza, dubbi, pensieri… i tormenti si incastrano in ogni macchia di colore e trasmettono parte del suo vissuto.
  • Bruna Borghi è una poetessa del simbolo. La simbologia la fa da padrona, con cerchi e triangoli che racchiudono pensieri e concetti profondi del nostro presente. Un’artista che, con i suoi messaggi ermetici, racconta molto del nostro tempo.
  • Mario Ghizzardi è un artista a cui sta particolarmente a cuore il dualismo uomo e natura, di cui narra con le sue opere astratte. Fili sottili che somigliano a fiammelle, steli di fiori, immersi in un gioco cromatico blu, come a voler ricondurre tutti a una maggiore meditazione.
  • Nelly Fonte è artista che sa racchiudere molti segni e simboli nelle scene in cui erge a protagonista il mondo delle donne. Così come sa dare voce all’emozione attraverso i versi delle sue poesie.
  • Giuliana Ambrosecchia è una giovane artista che sa filosofare sui grandi temi della vita. Dalla gravidanza al dubbio. A Milano presenta un’opera che traccia una netta dicotomia tra certezza e dubbio, tra ingenuità e intelligenza.
  • Darkframe è un fotografo italiano che gira il mondo, immortalando con le sue macchine fotografiche prevalentemente scorci delle grandi metropoli e orizzonti rubati agli spazi sconfinati.
  • Marta Cruccas è una creativa che costruisce gioielli con la maestria dei suoi merletti. Collane, collari, orecchini e bracciali impreziositi da pietre ne fanno una sperimentatrice della moda che strizza l’occhio al gotico, ma crea eleganza attuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...