CARLA BERTOLI, LA FORZA DELLE DONNE, STORIA, ARTE E CULTURA

La Forza delle Donne, Arte, Cultura, Storia è un evento per celebrare il mondo della donna. Diritti, legislazione emancipazione, ma anche valori familiari, focolare, spesso persino infermiere. Le donne sono questo e molto altro. Le fondamenta di ogni famiglia, il punto di collegamento tra i bambini e la scuola, tra gli anziani e le strutture ricettive.

Evento che inizialmente si sarebbe dovuto tenere presso la sede italiana del Parlamento europeo, in via IV novembre a Roma, ma che dopo la cancellazione della data prevista, il 6 marzo 2020, e la perpetua chiusura al pubblico della struttura, nonostante le tante settimane di zona bianca nel Lazio e in tutta Italia, e l’incapacità dell’organizzazione di trovare soluzioni diverse in tutti questi mesi, è stato spostato dall’ente selezionatore, nonché dall’autore del progetto, presso la Sallustiana Art Today gallery, di fronte all’ambasciata degli Stati Uniti d’America.

Inoltre, l’evento non durerà solo tre ore, come inizialmente concepito, ma ben due settimane durante le quali undici artiste esporranno tre opere a testa suddivise in due gruppi distinti, una settimana ciascuno, con due vernissage. Dal 20 settembre al 3 ottobre 2021.

Una delle protagoniste sarà Carla Bertoli.

Carla Bertoli è un’artista particolare, legata a una suggestiva pop art con cui non soltanto sviscera il suo tempo, ma sa cogliere le differenze con il recente passato.

Le sue figurazioni sono spesso prive di ombre, come nella scuola espressionista, elemento che manifesta il disinteresse dell’artista per il particolare, poiché interessata all’essenza delle cose, all’anima delle persone. Alla loro unicità. L’ombra ha le stesse sfumature per tutti, l’anima no.

Carla Bertoli utilizza materiali di recupero, con cui costruisce veri e propri collage artistici, attingendo dall’arte del mosaico, che reinterpreta con originalità, e da varie tecniche pittoriche.

Le sue figurazioni rappresentano per lo più donne o personaggi famosi. Artiste, politici, attori, personaggi tratti da film, o dai cartoni animati degli anni settanta… ciò che lega i protagonisti delle opere di Carla Bertoli è la personalità. Si tratta sempre di individui di forte personalità, che hanno cambiato il corso della storia, la musica, l’arte, o che salvano il mondo da invasioni aliene. O, ancora, che vivono e combattono per aiutare gli altri.

Il messaggio di Carla Bertoli è chiaro: l’umanità ha bisogno di eroi buoni, di valori umani, di unione, di lottare contro un nemico comune e non di farsi la guerra, divisi in centinaia di gruppi differenti.

Un messaggio prepotente soprattutto per la situazione che stiamo vivendo, dove sembra prevalere la cultura dispotica e la discriminazione di alcune classi d’individui.

Carla Bertoli ci dice che esiste il bisogno di una maggiore uguaglianza di genere, visto che ancora oggi, persino nei Paesi definiti civili, le donne non godono delle stesse retribuzioni dei colleghi maschi e sono discriminate in molti aspetti del vivere.

Per esprimere tali concetti, Bertoli utilizza colori vivaci e spesso accostamenti di individui e oggetti all’apparenza non chiari, tipici della Pop Art.

Un’artista suggestiva, mai banale e dai messaggi costruttivi che ho selezionato per questa rassegna proprio per la sua capacità di sviscerare il suo tempo, evidenziando le differenze con quanto di positivo esisteva in passato, a cominciare dall’unione di tutti i popoli della Terra in lotta contro un nemico comune e dalla voglia di prodigarsi per i più sfortunati, veicolate dai manga giapponesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...