IDIOZIA, POLITICA DEL CAMBIAMENTO

IDIOZIA, POLITICA DEL CAMBIAMENTO

Torna il lockdown in Italia, sebbene mascherato, per evitare di mettere mano al portafoglio e finanziare interi settori economici condannati al fallimento. Sulla base di nessuna evidenza scientifica.

di Pasquale Di Matteo

“Bravo Conte, chiudiamo tutto”, disse il bidello, pagato ugualmente anche se la scuola restò chiusa. E lo disse anche il pensionato, “tanto a me che m’importa!? Il primo del mese mi arrivano i soldi sul conto.”
E lo dissero anche l’impiegato di banca e quello della tal società… “Tanto lavoreremo da casa.”
Poi scesero a dicembre per i regali. Andarono dal solito negoziante, ma trovarono la saracinesca abbassata, con un cartello AFFITTASI.
Pensarono di bere un caffè al solito bar. Ma trovarono solo una vetrina con il vuoto dietro.
Il ristorante era aperto, ma un paio di poliziotti scortavano persone che portavano via gli arredi.
“Va beh…”, dissero il bidello, l’impiegato e il pensionato. “Acquisteremo tutto online.”
Qualche giorno dopo, il pensionato fu derubato davanti a un bancomat; il bidello fu accerchiato da alcuni individui in un parcheggio, malmenato e derubato anch’egli. L’impiegato in banca fu seguito. Quando arrivò al cancello di casa, gli piombarono addosso in tre. Entrarono in casa e la svaligiarono. Lui li definiva criminali. Loro lo massacrarono.
“Che bastardi!”, raccontarono alla polizia. “Ma che mondo è mai questo. Ho riconosciuto il barista, il ristoratore, il negoziante. Non pensavo potessero essere dei criminali. Erano padri di famiglia! Che mondo di merda!”

In sintesi, la situazione è questa. Ignoranza. Una pandemia di profonda ignoranza.

Chi avrebbe mai detto che mettendo insieme i seguaci dei tagli criminali di Monti e i terrapiatisti in un governo brancaleonoso si sarebbe scivolati in una grottesca dittatura?

Dati falsi, ricoveri di asintomatici, conteggio di morti per altre patologie e il silenzio calato su chiunque dissenta. E la paura, lo strumento che nella storia ha sempre piegato gli ultimi, quelli con una scolarizzazione più bassa e senza cultura.

Una nuova era, il cambiamento di cui tanto si parlava in questi anni. Stiamo scivolando in un nuovo medioevo, dove l’idiozia è il nuovo dio, mentre cultura, sapere e saggezza sono rumori insopportabili da silenziare. Come l’arte degenerata per Hitler.

“Ascoltiamo gli esperti”, dice il più imbarazzate dei presidenti. Peccato che tra questi vi sia Crisanti, entomologo esperto di zanzare, e non Palù, Remuzzi o Tarro, i nostri migliori virologi nel mondo, classifiche OMS alla mano.

Un saggio avrebbe messo intorno a un tavolo tutti gli esperti delle diverse opinioni. E solo dopo avrebbe preso una decisione. Solo un irresponsabile condanna al fallimento milioni di Italiani per salvarne (forse) qualche migliaio senza tenere in considerazione il parere di scienziati riconosciuti a livello mondiale.

“Gli assembramenti sono pericolosi”.

Perciò, da oggi ci si assembrerà ogni giorno nelle metropolitane e sugli autobus, dove non esiste sanificazione continuativa, mentre saranno proibiti ristoranti, cinema, teatri e palestre, costretti a investire denaro per rispondere ai protocolli di sicurezza imposti dal governo. E dove appena ti alzavi, tavoli e poltrone erano immediatamente sanificati.

E si chiude sulla base di quale evidenza scientifica? Quanti sono i contagiati dai ristoranti rispetto a quelli dalle metro e dagli autobus?

“I contagi salgono”, dice il più imbarazzante dei presidenti.

No, fake news!

I positivi sono cercati attraverso tamponi che non hanno alcuna validità scientifica, poiché potenziati oltre le 24 volte, limite oltre il quale non hanno più affidabilità. Per trovare positivi, infatti, si arriva a potenziarli anche 45 volte.

Non a caso, oltre il 95% dei famosi contagi in aumento non presenta e non sviluppa alcun sintomo. Ieri oltre 20.500 persone sane rinchiuse in casa sui 21.000 e poco più positivi trovati con 162.000 tamponi.

Sani, tant’è vero che l’INPS ha spiegato che non può riconoscere loro la malattia poiché non sono malati di alcunché. E per migliaia di esperti nel mondo, non sono neppure contagiosi, poiché positivi per pezzetti di virus in virtù del potenziamento dei tamponi. Con quelli di marzo, infatti, risulterebbero negativi.

A marzo, inoltre, con 162.000 tamponi ci sarebbero stati 40.000 positivi, di cui oltre il 90% da ospedalizzare.

“Ogni 100 tamponi, 13 positivi”? Il dato è ottimo!

Significa che se si tamponassero tutti gli Italiani, su 60 milioni di tamponi, si capirebbe che i positivi sono almeno 8 milioni.

“Ma gli ospedali sono pieni”.

Infatti, sarebbe il caso di non ricoverare le migliaia di asintomatici che ogni giorno si chiedono perché siano stati chiusi in una stanza d’ospedale e non vengano lasciati andare a casa, come avviene all’ospedale di Crema e come mi viene segnalato da Torino a Roma. E non guasterebbe mettere i malati insieme nelle stanze e non uno per stanza. Ovvio intasare interi reparti con un quarto della capienza.

E non guasterebbe nemmeno lavorare come fece il dottor Riccardo Munda tra marzo e aprile, che a Nembro, epicentro della prima ondata, non perse neppure un paziente tra i suoi assistiti. Tutti curati a casa.

La cosa strana è che, a oggi, Munda non sia ancora stato convocato dal governo perché spiegasse come avesse salvato almeno 2000 persone.

Strano comportamento per chi afferma che la salute viene prima di tutto, no?

“Le terapie sono sature.”

Non è vero. L’Istituto Superiore di Sanità, per bocca del suo presidente, Franco Locatelli, certifica che al 25 ottobre erano piene al 15% e che la criticità arriva al 30%. (Siamo a un quarto della scorsa primavera, quando, oltretutto, i posti totali erano circa 1600 in meno).

Bisognerebbe chiedersi semmai per quale motivo il governo non abbia aumentato in maniera sufficiente il numero di TI, di medici e di infermieri in ben 8 mesi, scegliendo di perdere tempo con inutili e grotteschi banchetti con le ruote. Perché la vera emergenza non è data dalla malattia in sé, ma dalla mancanza di mezzi e di uomini per i tagli selvaggi di questi anni.

Ah… Avete sentito qualcuno scagliarsi contro i tagli alla Sanità perpetrati da Monti in avanti? Io no. Strano, vero?

D’altronde, uno dei partiti dell’attuale maggioranza fu il maggior sostenitore delle politiche criminali di Monti. Decine di ospedali chiusi, migliaia di posti cancellati, tra infermieri e medici, ore ed ore sottratte alle sanificazioni degli ambienti, per pagare meno le imprese di pulizia.

Non a caso, mentre nel 2006 morivano circa 16.000 Italiani per infezioni contratte negli ospedali, nel 2018 i decessi hanno superato i 49.000. QUARANTANOVEMILA!

Fa persino sorridere il fatto che proprio la classe politica che ha causato il disastro della situazione del nostro sistema sanitario sia alla guida del Paese per affrontare un’emergenza sanitaria dovuta in grandissima parte ai tagli scriteriati in nome del “ce lo chiede l’Europa”.

E ancor di più, che molti tifosi di quel partito vogliano spiegarti il virus, chiamandoti tuttologo, negazionista, cretino… anche quando chiamano gli eritrociti globuli rossi e non hanno la più pallida idea di cosa siano l’eziologia, l’eziopatogenesi o il movimento ameboide…

Ma si sa, quando uno non sa e non ha argomentazioni, può solo tacere o affibbiare etichette.

Tra costoro, va di moda la più grande delle fake news, ovvero che esisterebbero farmaci costosissimi grazie ai quali non sarebbero morti Berlusconi, Porro, Zingaretti, Briatore, Trump, Pellegrini, Rossi, Brosio, il principe Carlo, Johnson, Bolsonaro, Lorenzin… La lista è lunga. Praticamente, tutti i malati sono salvi, per fortuna.

Ovviamente, non esiste alcun farmaco miracoloso, così come non è Gesù Cristo il dottor Riccardo Munda, che salvò tutti i suoi pazienti, prevalentemente pensionati e non ricchi, senza alcuna magia.

Ma quando non si vuole ammettere l’evidenza, o non si hanno le competenze culturali per vedere, si preferisce credere a Babbo Natale e vivere nel proprio mondo, all’interno dello spazio tra il divano e la televisione. Si preferisce, insomma, ciò che Platone analizza nel Mito della Caverna.

E cosa dire di come il governo ha potenziato i trasporti? Con il bonus monopattini??!!

“Chi ha perdite verrà aiutato”. Beh, suona un po’ come la famosa “potenza di fuoco”. La più grande balla della storia d’Italia dalla sua Unità, pertanto, giunge al suo secondo volume. E sono certo ci saranno molti seguaci pronti ad accoglierla con gioia e amore agiografico.

Inutile ogni commento. Gli Italiani in cassa integrazione da marzo e gli autonomi ancora in attesa degli aiuti per la primavera scorsa conoscono la verità. Una triste verità. Purtroppo.

Ma pensionati e statali credono al presidente più imbarazzante di sempre. E non li biasimo. Se mi informassi alla TV, seduto sul divano; se non avessi la più pallida idea di cosa significhi lavorare in proprio; se non mettessi piede in una libreria da anni; se non sapessi nulla del pensiero Socratico, della storia dell’India, del ruolo dei servizi nella Prima e nella Seconda guerre mondiali; se non avessi alcuna informazione in merito alla storia di Bill Gates e della battaglia tra Usa e Cina, né sapessi della grande bolla finanziaria che stava per spazzare via molti colossi bancari nel mondo; se ancora non avessi capito che contano tra i morti ogni decesso di un paziente con tampone positivo, e avessi il culo al caldo con le mie entrate al sicuro, probabilmente crederei anch’io al presidente più imbarazzante della storia d’Italia.

Provate a immaginare se invece di una Politica con la P maiuscola, nel 1969/70 avessimo avuto gli attuali terrapiattisti e montiani al governo. Se di fronte a 20.000 morti su una popolazione di 40 milioni e con 15 milioni di Italiani stesi dalla febbre alta, il governo non avesse saggiamente scelto di continuare a vivere per non uccidere il futuro dei giovani…? Altro che potenza mondiale! Saremmo stati da terzo mondo. E altro che 5000 morti diretti e 15.000 indiretti! Negli anni seguenti sarebbero stati milioni a causa della miseria.

Ma ora abbiamo i terrapiattisti e i montiani. E la differenza è notevole.

L’idiozia è il nuovo dio e chiunque dissenta è blasfemo.

Di seguito, i dati della situazione nel mondo, aggiornati alle ore 8 del 26 ottobre 2020. (Fonte Worldometer)

Leggeteli attentamente e, se avrete almeno spirito critico, sono certo giungerete a formulare delle domande in merito a quanto accade…

7.821.079.366 Popolazione mondiale attuale

114.877.628 Nati quest’anno

48.228.381 Morti quest’anno

66.649.247 Aumento della popolazione quest’anno

10.644.468 Morti per malattie infettive quest’anno

1.159.097 Morti conteggiati Covid

253.440 Madri morte durante il parto quest’anno

42.203.868 Persone infette da HIV/AIDS

1.378.402 Morti causate da HIV/AIDS quest’anno

6.734.255 Morti per cancro quest’anno

804.286 Morti di malaria quest’anno

4.099.014 Morti causate dal fumo quest’anno

2.050.800 Morti causate da alcool quest’anno

879.284 Suicidi quest’anno

1.106.863 Morti in incidenti stradali quest’anno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...